I vincitori della Undicesima edizione del Premio letterario russo-italiano Raduga sono stati premiati durante una ceremonia online

19 giugno 2020, Verona, Mosca. La premiazione dei vincitori del Premio letterario annuale italo-russo Raduga destinato ai giovani scrittori e traduttori Russi ed Italiani, si è svolta oggi. Istituito nel 2010 dall'Associazione Conoscere Eurasia, con sede a Verona, e dall’Istituto Letterario A.M. Gor’kij di Mosca, è stato assegnato per l'undicesima volta.

A causa della pandemia del coronavirus, la premiazione è avvenuta online sulla piattaforma dell'Associazione, con numerosi partecipanti e ospiti connessi. Hanno preso parola, tra tanti altri, il Sindaco di Verona, Federico Sboarina, l'Ambasciatore d'Italia in Russia, Pasquale Terraciano, e l'Ambasciatore della Russia in Italia, Serghey Razov.

Ad aggiudicarsi il titolo di ‘giovane narratore’ sono stati Bulat Chanov con il racconto “Il vecchio e la fattoria” e Maria Chiara De Pascali con il racconto “Memorie per la sola lettura”, mentre il titolo di ‘giovane traduttore’ è andato a Stanislav Lichouzov per la traduzione dell racconto di Pier Franco Brandimarte “Il venditore” e a Cinzia Celone per la traduzione del racconto di Bulat Chanov “Il vecchio e la fattoria”.

All’XI concorso del Premio letterario russo-italiano Raduga 591 autori dai due Paesi hanno presentato le loro opere. In finale sono arrivati 10 partecipanti, cinque per ogni Paese. Le loro opere sono pubblicate nel numero 11 dell’Almanacco Letterario bilingue edito da Conoscere Eurasia. Banca Intesa pubblicherà la versione elettronica dell’Almanacco sul suo sito, nella sezione Progetti Culturali.

Il Premio Raduga è un’iniziativa dedicata alla promozione di giovani narratori e traduttori in Italia e in Russia, con un’attenzione particolare agli autori nelle cui narrazioni è avvertibile il desiderio di libertà, i quali, attraverso una forma narrativa caratterizzata dalla consapevolezza stilistica, giungono a farsi interpreti della complessità e delle inquietudini dei nostri tempi. Le opere presentate sono valutate da un’autorevole giuria, composta da noti rappresentanti del mondo della cultura dei due Paesi.

“Di scrittori autentici e non di scriventi abbiamo bisogno assoluto soprattutto in questo momento storico in cui il modello di sviluppo economico neoliberistico a livello globale da una parte ha acuito l’instabilità geopolitica e le disuguaglianze sociali, generando numerose guerre territoriali e oltre due miliardi di poveri e di disperati; e dall’altra ha aggravato la nostra condizione postmoderna, contraddistinta da una proliferazione di versioni soggettive del reale, mettendo in dubbio persino i fatti storici universalmente acclarati”, ha detto Antonio Fallico, Presidente di Banca Intesa e di Conoscere Eurasia.

Nel 2020 il premio Raduga è stato organizzato con l’Istituto Letterario A.M. Gor’kij di Mosca, in collaborazione con la Fondazione Russkij Mir, con il patrocinio dell’Agenzia Federale per la stampa e le comunicazioni di massa della Federazione Russa (Rospechat) e con il sostegno di Banca Intesa e di Gazprombank.


Verso l'alto