Il XIII Forum economico eurasiatico conclusosi a Verona ha dimostrato l'importanza di unire gli sforzi per superare la pandemia e la crisi economica

23 ottobre 2020. Verona, Mosca. Oggi a Verona (Italia) si è concluso il XIII Forum economico eurasiatico, organizzato dall'Associazione Conoscere Eurasia, alla Fondazione Roscongress e dal Forum economico internazionale di San Pietroburgo, con il sostegno di Banca Intesa, del gruppo Intesa Sanpaolo e di altre aziende e organizzazioni provenienti da diversi Paesi.

In condizioni di pandemia di coronavirus, le Autorità italiane hanno notevolmente limitato la presenza fisica dei partecipanti al Forum e hanno introdotto norme sanitarie rigorose, numerosi relatori hanno parlato in videocollegamento. Il dibattito è stato seguito in molti Paesi, grazie alla trasmissione dei lavori in tre lingue e in diretta tramite i siti del Forum, della Fondazione Roscongress ed altri.

“Il Forum che si è appena concluso ha dimostrato che anche nelle situazioni le più difficili è possibile trovare soluzioni. Nel contesto della pandemia del coronavirus e della crisi economica che ha colpito l'intero pianeta, è necessario unire le forze e rispondere insieme alle sfide comuni. Nessuno può vincere da solo”, ha dichiarato il Presidente di Banca Intesa, Presidente dell'Associazione Conoscere Eurasia, Antonio Fallico.

“Il dibattito dei due giorni del Forum contribuirà a rafforzare la cooperazione e la ricerca di risposte alle sfide comuni che affrontano i Paesi dello spazio Eurasiatico. Siamo lieti di vedere il desiderio dei nostri partner di sviluppare il dialogo e continuare a interagire in diversi ambienti, anche nelle condizioni le più difficili. Condividiamo pienamente questo desiderio e siamo convinti che in futuro avremo molti altri progetti e compiti, per cercare una soluzione che saremo, come sempre, insieme”, ha affermato il consigliere del Presidente della Federazione Russa, Anton Kobiakov.

Verso l'alto