Antonio Fallico: Nella ripresa della cooperazione economica internzaionale bisogna assicurare un cambio di qualità

18 giugno 2021, Kazan. Oggi a Kazan si è tenuta la I sessione itinerante del Forum economico eurasiatico di Verona “Le imprese e tecnologie innovative di Kazan e della Repubblica del Tatarstan". La sessione si è svolta in presenza, con il rispetto delle restrizioni sanitarie e amministrative dovute alla pandemia.

L'evento è stato organizzato di Banca Intesa in collaborazione con il Governo del Tatarstan e il Municipio di Kazan, in collaborazione con l'Associazione Conoscere Eurasia, la Fondazione Roscongress, l'Associazione Europea del business, l'Associazione degli imprenditori italiani in Russia GIM Unimpresa, il Forum economico internazionale di San Pietroburgo, la Camera di commercio italo-russa, l'Unione russa degli industriali e la Camera di commercio e industria della Russia.

Il tema principale erano le prospettive di cooperazione economica e industriale nel contesto dello sviluppo scientifico e tecnologico. Hanno preso parola il Sindaco di Kazan, Ilsur Metshin, l'Ambasciatore d'Italia in Russia, Pasquale Terraciano, i dirigenti di varie organizzazioni imprenditoriali, imprenditori provenienti dal Tatarstan, Italia e Francia.

“E’ molto importante che la Sessione itinerante del Forum economico eurasiatico di Verona si tenga a Kazan, capoluogo di una delle regioni più dinamiche della Federazione Russa, ha detto all’apertura dei lavori il Presidente di Banca Intesa e dell’Associazione Conoscere Eurasia, Antonio Fallico. Durante la ripresa dell’economia e della cooperazione economica e commerciale internazionale dobbiamo pensare non solo al ritorno della crescita di tutti i parametri economici, ma anche al cambio della sua qualità. La chiave per un’altra qualità della crescita è l’innovazione.”

Verso l'alto